fip blue 1000

Sito ufficiale Virtus Ragusa

Sito ufficiale Virtus Ragusa

Ragusa torna grande in trasferta: batte Molfetta e l’aggancia

Prestazione di carattere per la Virtus, che s’impone dopo 40’ di equilibrio e sofferenza: 58-59. E si garantisce il fattore campo al primo turno dei playoff

La Virtus, dopo i k.o. di Angri e Salerno, torna a vincere in trasferta e lo fa contro la capolista Molfetta, al termine di una gara durissima sotto il profilo fisico e mentale: finisce 58-59. Nell’arrivo in volata i ragazzi di Recupido si dimostrano più lucidi e portano a casa due punti fondamentali, che oltre alla qualificazione ai playoff (diventata aritmetica dopo i risultati del pomeriggio) le garantiscono un posizionamento fra le prime quattro, con la certezza del fattore campo al primo turno. Attualmente la Virtus è prima in compagnia di Orlandina e Molfetta (battuta due volte), a +2 su Salerno.

Ragusa disputa, forse, il miglior primo quarto della fase a orologio. Cioppa e Brown, ex di serata, puniscono dalla distanza, scavando il primo gap sul 2-10. Simon contribuisce con il recupero difensivo e col canestro del +11. Molfetta prova a rimanere in scia, sfruttando la spinta del pubblico di casa, ma sono ancora un paio di triple – di Sorrentino e Cioppa – e sancire il massimo vantaggio ospite sul 10-24. Alla fine del tempo il gap è di dieci punti, ma i pugliesi non demordono e cominciano a rosicchiare terreno col passare dei minuti. Il primo artefice della rimonta pugliese è Gloria, che all’intervallo lungo ha 14 punti e 3 rimbalzi a referto. Gli altri lo assistono. Il canestro di Paglia vale il -5 (27-32 al 16’) e costringe Recupido al timeout. La Virtus reagisce: canestro e assist (per Vavoli) sono di Brown. Ma più in generale l’attacco perde fluidità e alla fine del tempo è tutto in discussione: 34-36.

Stefanini e Scalisi completano la rimonta in avvio di terzo periodo (39-36). Il gran taglio di Simon sul back door genera il nuovo sorpasso ospite. Ma l’inerzia si è spostata dalla parte di Molfetta, che sbaglia tanti tiri aperti ma cavalca meglio l’onda emotiva della partita, rimettendo il naso avanti (46-42). Brown accende e spegne la luce per l’attacco di Ragusa, ma è la tripla di Simon, alla fine di una frazione poco appariscente, a ridare un punticino di margine agli ospiti: 46-47 al 30’. La Virtus sembra aver ritrovato mordente e con quattro punti di Vavoli torna in controllo. Il quintetto di Recupido cresce nella metà campo difensiva, come dimostrano i due recuperi di Epifani. Il canestro di Sorrentino restituisce addirittura otto punti di margine: 49-57 al 35’. Diventano nove con l’entrata nel traffico di Brown, che commette però il suo quarto fallo. Aramburu riporta Molfetta a un solo possesso di svantaggio con più di due minuti sul cronometro. Ragusa spreca tre attacchi di fila e non si segna più fino al contropiede di Aramburu: 58-59 con 47” da giocare. Il finale è caotico e zeppo di errori: Cioppa sbaglia da otto metri, Stefanini fallisce in entrata il sorpasso, rimbalzo Virtus, fallo subito e rimessa in attacco che non lascia più margine a Molfetta. Per Ragusa è una vittoria dal peso specifico clamoroso.

Da parte di coach Recupido, a fine gara, i complimenti ai ragazzi: “Abbiamo vinto lottando come matti, con tanti errori, ma siamo sempre stati sul pezzo. Nessuno si è mai risparmiato – sottolinea il coach -, ci siamo aiutati nelle difficoltà. Siamo stati bravi perché abbiamo portato a casa la vittoria e raggiunto, nel contempo, l’obiettivo di entrare nei playoff. Abbiamo sbagliato qualcosina nell’amministrare il vantaggio nel finale, ma bisogna riconoscere anche il merito degli avversari, che avevano dominato il proprio girone e hanno detto la propria anche in questa fase, con grande autorevolezza. Per questa sera dobbiamo goderci la vittoria – conclude Recupido – ma da domani bisogna già pensare ad Angri”.

IL TABELLINO

Dai Optical Molfetta-Virtus Ragusa 58-59

Dai Optical Molfetta: Sadreika ne, Formica 3, Giorgini, Gloria 17, Calisi 11, Stefanini 4, Aramburu 13, Paglia 5, Annese ne, Plantamura ne, Mezzina ne, Sirakov 5. All.: Carolillo

Virtus Ragusa: Brown 15, Piscetta 4, Epifani, Cioppa 6, Simon 13, Vavoli 10, Sorrentino 9, Gaetano 2, Calvi ne, Ianelli. All.: Recupido

Arbitri: Serse di Brindisi e Laveneziana di Monopoli

Parziali: 14-24; 34-36; 46-47.

Condividi: