fip blue 1000

Sito ufficiale Virtus Ragusa

Sito ufficiale Virtus Ragusa

Vavoli, muscoli e canestri. “La chiave? Aggredire in difesa”

L’ala della Virtus, con 17 punti e tanta fisicità, ha sopperito al gap di esperienza fra le squadre e aiutato Ragusa a ottenere la prima vittoria dei Play-In Gold.

C’è il suo zampino a inizio partita – otto dei primi dodici punti realizzati dalla squadra portano infatti la sua firma – e nella sgasata di metà ultimo quarto, che ha consegnato l’inerzia alla Virtus sul campo di Monopoli. Davide Vavoli, con 17 punti, 16 di valutazione e +10 di plus/minus, è stato uno dei protagonisti della prima vittoria ragusana nei Play-In Gold del campionato di B Interregionale. L’artigiano dei dettagli è diventato un costruttore di certezze, ma continua a volare basso: “Non siamo partiti col piede giusto – dice l’ala della Virtus – siamo andati in difficoltà contro una squadra molto esperta, ma dal terzo quarto in poi abbiamo aumentato l’aggressività in difesa e siamo riusciti a ribaltare la partita”.

Un’analisi essenziale che rivela l’anima del personaggio. Mai sopra le righe, ma leader silenzioso, capace di interpretare i momenti della partita. La sua presenza è servita a respingere le “spallate” di Monopoli. Ha opposto fisicità e vigore al tentativo dei pugliesi di portarla a casa con l’esperienza. Ragusa ha archiviato la prima trasferta della seconda fase e alimentato la classifica, che la vede inseguire Molfetta ad appena due lunghezze. L’altra formazione pugliese del raggruppamento sarà al PalaPadua fra dieci giorni. Prima c’è Salerno, domenica prossima: “Come squadra dobbiamo pensare partita per partita e prepararne una alla volta – spiega Vavoli -. Il mio impatto? Cerco sempre di collaborare coi miei compagni e dare il massimo quando sono chiamato in causa. Adesso arrivano due partite fondamentali: sappiamo che Salerno e Molfetta sono due squadre forti, anche se non abbiamo ancora avuto occasione di incontrarle in questa stagione. Mi aspetto due gare molto toste, ma dobbiamo provare a fare bottino pieno”.

Si comincia domenica, alle 18, contro la Ldr Power Salerno, che si è appena sbarazzata di Capo d’Orlando con grande autorità (75-61), ma conserva due punti di ritardo dal treno delle seconde (assieme a Ragusa ci sono pure Sala Consilina, Angri e Orlandina). Al PalaPadua è atteso il pubblico delle grandi occasioni.

Condividi: