fip blue 1000

Sito ufficiale Virtus Ragusa

Sito ufficiale Virtus Ragusa

Sorrentino, cuore di capitano: “Il pubblico sarà un fattore”

La guardia della Virtus presenta gara-1 della serie con Milazzo: “Il passato non conta più. Dovremo imporre il nostro gioco”.

Da adesso è vietato sbagliare. Il momento più atteso, sin dal raduno dello scorso agosto, è finalmente arrivato: cominciano domenica i playoff della Virtus. Nei quarti di finale la squadra di coach Recupido trova gli Svincolati Milazzo, battuti due volte nella prima fase. Gara-1 è in programma il 5 maggio, al PalaPadua, alle 19. A Ragusa, reduce da 6 vittorie su 8 gare nei Play-in Gold, serve alzare ulteriormente l’asticella, sia a livello d’intensità che d’attenzione: “L’unica strada percorribile è la solita – spiega capitan Andrea Sorrentino – cioè il lavoro. Le partite non si vincono la domenica, ma nel corso della settimana, grazie a una dura preparazione sotto il profilo fisico e mentale. E’ una filosofia che conterà a maggior ragione nei playoff”.

La Virtus, nel corso dei mesi, ha preso piena consapevolezza dei punti di forza ma soprattutto dei propri difetti, e ha tentato di correggerli partita dopo partita. Le due vittorie su Milazzo, entrambe molto lottate, però appartengono al passato: “I playoff – ammette Sorrentino – sono un campionato a parte. La classifica non conta più e si affrontano gli avversari a viso aperto. Troveremo una squadra ben allenata e con gente molto esperta. Noi scenderemo in campo per provare a imporre il nostro gioco fin dalla palla a due”.

Almeno fino alla semifinale la Virtus si è garantita il vantaggio del fattore campo nell’eventuale “bella”. Sorrentino fa un appello al pubblico: “Sappiamo che il suo apporto non è mai mancato, ma adesso ne abbiamo bisogno più che mai. In questo periodo aumenterà lo stress agonistico e la tensione sarà alle stelle: per questo abbiamo bisogno di essere incoraggiati e spinti oltre i nostri limiti”.

Condividi: